Archive for the 'Pensieri' Category

30
Giu
09

Il Rock non è morto!

Sono decenni, praticamente da quando è nato, che si sente dire che il Rock è morto. Neanche il tempo di nascere e già lo davano per defunto. Lo hanno spacciato per moda una miriade di volte. Ma una moda non dura cinquant’anni. Ha un inizio, un apice e una sua, spesso ingloriosa, fine. Il tutto in meno di 6 o 7 anni, se tutto va per il meglio. Il Rock, invece, in tutte le sue sfaccettature e ramificazioni, di morire proprio non ne vuole sapere, anzi, conta tra le sue fila sempre più gente e di tutto il mondo, grazie alla diffusione di Internet.

Chiariamo una cosa: è immorale inglobare alla categoria Rock, band che non hanno fatto altro che scopiazzare quattro accordi in croce e aggiungerci una chitarra elettrica, contornando il tutto da un look  studiato appositamente dai soliti volponi esperti di marketing per far vendere più copie. Con buona pace dei loro sostenitori, band come i Tokio Hotel sono esperimenti creati in laboratorio per ingrassare i portafogli delle case discografiche.

Detto ciò, è giusto allora definire cosa sia Rock. Bisogna puntualizzare subito però: dire “Rock” è come dire “Scienza”. Vuol dir tutto e niente. Esistono così tanti sottogeneri che solo per comodità vengono raggruppati sotto una sola voce. Cosa possono avere a che fare band come i Blue Oyster Cultblue oyster cult baton rouge front con gli Slayer? Gli Opeth con i Poison? Poco, pochissimo. Eppure volendo,  possono essere tutti racchiusi sotto un’unica voce.

Rock, lo sappiamo tutti, significa “roccia”. Ecco cosa è il Rock, semplice quanto efficace. E’ quello stile, quella sonorità che fa della durezza, della schiettezza il suo motivo d’esistere.

Giusto per disambiguare un possibile equivoco: Rock e Rock ‘n Roll vengono spesso usati come sinonimi e ormai lo sono. Ma, per attenerci alla storia, è il R’nR a nascere per primo negli anni ’50 e ’60. Il Rock non è altro che la sua evoluzione, nonchè proclamazione a genere a sè stante.

Come dicevo, è un genere che ha conosciuto così tanti stili che elencarli tutti è missione quasi impossibile. Voglio citarne solo due: Hard Rock ed Heavy Metal. Definirli sottogeneri è tanto sbagliato quanto ingeneroso. Sono veri e propri generi musicali con centinaia di stili al loro interno e centinaia di migliaia di gruppi, esattamente come il Rock. E’ un po’ come se fosse un albero genealogico, tanto per capirci.

Cito solo questi perchè rappresentano la mia prima scelta in ambito musicale. Davvero non capisco come possano non piacere le rauche corde vocali di Brian Johnson in Back in Black degli Ac/Dc o l’incedere lento che sfocia nella classica cavalcata maideniana di Hallowed Be Thy Name degli Iron Maiden. Non riesco a scindere l’oggettività dal gusto personale. E’ un mio difetto, devo ammetterlo.

Ma è proprio grazie a gente come me che il Rock non morirà mai. Finchè ci saranno ragazzi pronti ad inventare qualcosa di nuovo o a suonare i vecchi classici e finchè ci sarà gente come me che in macchina tiene il mangianastri al posto del tanto pubblicizzato mp3 solo per ascoltare i pezzi che ha esclusivamente in musicassetta… finchè al mondo ci saranno dei Defenders of the Faith… il Rock non morirà mai!

Annunci



Commenti recenti

Jennifer su Ave Padre Metallo

Bibliografia

RSS Feed sconosciuto

  • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.